Droni per il softair: tutto quello che c’è da sapere

Impiegare i droni nel softair è un’esperienza davvero appagante che aggiunge un tocco di futurismo alle classiche modalità di combattimento. Sono diverse le società sportive che hanno integrato questo tipo di strumento durante le competizioni, con risultati davvero eccellenti.

Quello che vogliamo fare in questa pagina è darti qualche utile consiglio per approcciarti all’intrigante arte del pilotaggio dei droni, suggerendoti marche e modelli più adatti per le tue partite di softair. Scopri come migliorare la tua dotazione senza spendere cifre esorbitanti. Possiamo garantirti che dopo aver provato le meraviglie che questi piccoli giocattoli hanno da offrirti, non vorrai più farne a meno.

 

Drone softair quadricottero bianco

Indice dei contenuti:

    1. Il drone: cos’è e come funziona
    2. Droni ad uso civile: cosa c’è da sapere
    3. Impieghi dei droni in ambito militare
    4. I droni da softair durante le partite
    5. Guida all’acquisto dei droni da softair
    6. I migliori modelli di droni da softair
    7. Manutenzione e scelta delle parti di ricambio

Il drone: cos’è e come funziona

Una delle invenzioni più interessante degli ultimi anni è il drone. Questa sorta di elicottero telecomandato dalla strana forma, sta divenendo sempre più comune sia in ambito civile che in quello militare. Ad un primo sguardo molti modelli potrebbero sembrare semplici giocattoli con cui passare il tempo e fare delle acrobazie in aria, ma le applicazioni del drone sono davvero moltissime (soprattutto nel softair).

Esistono droni di tutte le forme e le dimensioni ma quello che li accomuna è la possibilità di pilotarli da remoto. Questa caratteristica li ha resi incredibilmente versatili e funzionali, portandoli di fatto a divenire fondamentali in molti ambiti.

Le due tipologie principali in cui si classificano i droni sono gli RPA (fra i quali rientrano anche i comuni droni che siamo abituati a vedere nei negozi) e gli UAV (veri e propri velivoli senza pilota).

Droni ad uso civile: cosa c’è da sapere

Gli RPA sono, tendenzialmente, i droni adibiti ad uso civile e ricordano molto da vicino gli elicotteri. Sono contraddistinti dalla presenza di pale di rotore il cui numero determina anche il modello:

  • Elicottero – 1 set di pale del rotore
  • Tricottero – 3 set di pale del rotore
  • Quadricottero – 4 set di pale del rotore
  • Pentacottero – 5 set di pale del rotore
  • Esacottero – 6 set di pale del rotore
  • Ottocottero – 8 set di pale del rotore

I droni civili sono liberamente acquistabili nei negozi di elettronica e, a seconda delle dimensioni e del numero di rotori, hanno un costo più o meno elevato (si parte dai 60 euro di un micro drone, fino a 3.000 euro per i modelli più sofisticati).

Drone Parrot
Acquista su Amazon

Tendenzialmente vengono usati in ambito di sicurezza, sorveglianza, ma anche per fare riprese video mozzafiato o a scopo ludico/ricreativo. Interessanti alcuni nuovi impieghi che li vedono vestire il ruolo di veri e propri fattorini (negli Stati Uniti, Amazon, sta già compiendo le prime sperimentazioni di consegna tramite drone).

drone professionale softair

In alcuni Stati (fra cui l’Italia), per poter pilotare droni dotati di video/fotocamera, dispositivi superiori ai 300 grammi di peso o provvisti di sistema Return-to-Home, è richiesto il patentino ottenibile attraverso corsi di volo specifici (Attestato di Pilota APR).

Impieghi dei droni in ambito militare

Come spesso accade con le nuove invenzioni, una delle prime applicazioni dei droni è stata nel settore degli armamenti. La possibilità di avere uno strumento di piccole dimensioni, capace di superare inosservato le difese nemiche, costituisce un enorme vantaggio tattico, che può fare la differenza sul campo.

I velivoli senza pilota (anche detti UAV) sono discreti, privi di rischi e facilmente gestibili da remoto. Possono essere utilizzati come dispositivi spia per sorvegliare i confini o gli eserciti nemici, oppure essere equipaggiati con armi e missili così da lanciare attacchi a sorpresa difficili da prevedere.

drone militare

I droni militari di questo tipo sono diversi da quelli civili, sia per dimensioni ma anche in termini di qualità costruttiva. Essi impiegano materiali di ultima generazione, schermature anti-proiettile e sono contraddistinti da un’elettronica molto avanzata.  Si dividono in tre categorie principali in base al loro peso:

  • Droni militari di classe 1: sono quelli inferiori ai 150kg, capaci di volare in completa autonomia per 12 ore a circa 100km/h. Riescono a planare sull’acqua e possono portare carichi fino a 8kg. La loro altitudine massima è di 4000 metri;
  • Droni militari di classe 2: compresi fra i 150 e i 600kg di peso, svolgono principalmente incarichi di tipo tattico a medio raggio. Consentono di compiere ricognizioni, assistono le truppe nell’acquisizione dei bersagli e vengono anche impiegati per valutare danni in aree a rischio;
  • Droni militari di classe 3: questi bestioni, superiori a 600kg, sono l’occhio vigile che sorvola le forze nemiche. La loro particolare resistenza li rende adatti alla sorveglianza della prima linea e a volte vengono impiegati anche in ambito civile.

Una categoria a parte è riservata ai droni armati, anche detti UCAS (Unmanned Combat Air System), equipaggiati di tutto punto e appositamente studiati per il combattimento. Questi, per nostra sfortuna, non sono proprio droni da softair, ma è interessante conoscerne l’esistenza.

I droni da softair durante le partite

Pur non potendo disporre dei sistemi militari più avanzati, anche i giocatori di softair possono provare l’ebrezza di compiere uno spionaggio tattico con il proprio quadricottero. Se la vostra associazione permette l’impiego dei droni durante le competizioni, sarà incredibilmente divertente interpretare il ruolo dell’operatore di droni per monitorare i movimenti del team avversario.

drone softair con telecomandoTutto quello che devi fare è montare una action cam sugli appositi supporti e far librare nell’aria il tuo fido drone spia. Se vuoi essere davvero efficiente anche durante le battaglie in notturna, munisciti di una camera capace di lavorare nello spettro infrarosso e i tuoi avversari non avranno più scampo.

Il drone può funzionare anche come diversivo, facendo uscire allo scoperto eventuali avversari appostati. Con un po’ di ingegno puoi, inoltre, assegnare al quadricottero il compito di consegnare piccoli carichi dando supporto al tuo team dalla distanza. Munizioni e rifornimenti non saranno più un problema, anche su terreni impervi.

Come si può ben intuire le applicazioni dei droni nel softair sono molte e ricalcano piuttosto fedelmente quelle svolte dai veri droni militari. Se tu e il tuo gruppo state puntando ad un nuovo livello di immersione nella disciplina dedicata alle softgun, allora aggiungere questi strumenti tattici si rivelerà la scelta più azzeccata.

Guida all’acquisto dei droni da softair

Stai seriamente valutando la possibilità di munirti di un drone per il softair? Prima di buttarti a capofitto nella ricerca in rete, dai un occhio ai suggerimenti che abbiamo raccolto per aiutarti nella scelta del modello più adatto alle tue esigenze. Ecco alcune cose importanti da tenere in considerazione prima di comprare:

  1. La durata della batteria: A seconda dell’impiego che si intende fare del drone, è importante avere ben presente quanto dura la carica della batteria. In ambito softair è una buona idea scegliere una durata medio/lunga, perfetta per supportare i voli di ricognizione mantenendo la cam in funzione;
  2. Costi della batteria: Anche se il drone acquistato è dotato di una buona batteria, è sempre saggio averne una di scorta. Nei modelli più recenti, tuttavia, sono spesso già comprese diverse batterie di ricambio;
  3. Tempo di ricarica: Premesso che buona parte delle batterie si ricarica nel giro di 45 minuti, è importante tenere conto di queste tempistiche quando si va a scegliere le batterie aggiuntive;
  4. Campo di controllo: Si tratta della massima distanza a cui il telecomando riesce ad inviare i segnali di controllo al drone. A seconda della copertura che si desidera avere è necessario scegliere un modello adeguato;
  5. Spese extra: capiterà spesso, soprattutto ai principianti, di dover far fronte a spese di riparazione o assicurazioni a causa degli inevitabili incidenti di volo che possono accadere. Ogni produttore fornisce indicazioni dettagliate in merito che è bene leggere prima di acquistare;
  6. Caratteristiche avanzate: Se si vuole fare le cose in grande è possibile investire in modelli più sofisticati. Pur consigliando questa scelta solo a piloti con una discreta esperienza, è interessante poter approfittare di alcune funzioni extra come: fotocamera, GPS, controller in prima persona, app dedicate per gli smartphone, pilotaggio con gesture e funzionalità automatizzate.

Secondo la nostra modesta opinione, i migliori droni per il softair rimangono i quadricotteri. Si tratta di dispositivi perfetti per i principianti, grazie alla loro incredibile maneggevolezza, che costano poco e assicurano tutte le funzioni più importanti. Montare una action cam su un drone di piccole dimensioni è facilissimo e la stabilità garantita dai quattro rotori aiuta a fare riprese nitide e prive di sfocature.

I migliori modelli di droni da softair

Di seguito abbiamo raccolto alcuni dei modelli di droni migliori che ben si adattano alle esigenze di un giocatore medio di softair. I prezzi variano a seconda delle feature che possiede lo strumento, ma le soluzioni proposte sono valide per tutte le tasche. Ricordiamo ai meno esperti che le marche di droni più consigliate con cui andare sul sicuro sono: DJI, Parrot, Yuneec, Air Hogs e Syma.

DJI INSPIRE 1 & INSPIRE 1 PRO con fotocamera  4K

Uno dei droni top di gamma. I materiali costruttivi sono di qualità elevata e assicurano resistenza senza rinunciare a leggerezza e manovrabilità. Monta una fotocamera 4K capace di fare riprese in ultra HD a 360 gradi. Si tratta, probabilmente, del miglior quadricottero disponibile attualmente sul mercato.

dji ryze
Acquista su Amazon

YUNEEC Q500 con fotocamera 4K

Prodotto da una casa ancora poco conosciuta, questo piccolo drone è di buona qualità e permette la registrazioni di filmati in 4K. Leggero e compatto, supporta il comando a doppio controller per governare contemporaneamente il volo e le riprese.

YUNEEC Q500 con fotocamera 4K
Acquista su Amazon

3D ROBOTIC SOLO

Un drone compatto dotato di alcune interessanti caratteristiche avanzate. La semplicità d’uso lo rende tuttavia perfetto per tutte le tipologie di piloti, dai più esperti agli esordienti totali. Permette di montare qualunque tipo di fotocamera, ma è venduto anche in bundle con una GoPro Hero 4.

3d robotic solo
Acquista su Amazon

HUBSAN X4

Questo è quello che ci piace definire un drone “amico dei principianti”. Si tratta di un dispositivo abbastanza economico ma dotato di tutte le caratteristiche che rendono il pilotaggio dei droni divertente. Esistono 4 versioni di questo modello, ogni una dotata di qualche accessorio in più a un prezzo leggermente più elevato. Di particolare interesse è la variante con fotocamera HD inclusa, di poco più pesante ma con la medesima durata di volo delle altre. Un buon compromesso fra qualità e prezzo.

HUBSAN X4
Acquista su Amazon

BLADE NANO QX

Si tratta del drone più piccolo fra quelli proposti. Leggero e molto maneggevole, dispone di due modalità di volo distinte: una che privilegia la stabilità (perfetta per le riprese), l’altra che enfatizza l’agilità per virate rapide e precise anche in spazi ristretti.

blade nano qx
Acquista su Amazon

Manutenzione e scelta delle parti di ricambio

Come le softgun, anche i droni hanno bisogno di una buona manutenzione. Prima di acquisire le competenze per lavorare sul tuo nuovo quadricottero e metterci mano seriamente con modifiche e upgrade, è necessario fare un po’ di esperienza. Fortunatamente esistono molti tutorial online in merito che possono esserti d’aiuto.

compra su amazon i ricambi per droni
Tutti i ricambi per droni

Una delle prime parti che vorrai modificare saranno le eliche. In una campagna di softair, soprattutto se si svolge in notturna, è importante che il drone faccia meno rumore possibile. Per ovviare a ciò alcuni produttori hanno realizzato eliche con cuscinetti a sfera integrati, capaci di ridurre drasticamente il ronzio emesso durante il volo.

Per incrementare il controllo da remoto e la gittata del segnale, si possono acquistare telecomandi più sofisticati, dotati anche di supporto per il cellulare. Questo espediente aiuta a monitorare meglio i movimenti del drone, anche grazie ad impugnature più ergonomiche.

Le batterie saranno un altro accessorio indispensabile che ti ritroverai a cambiare spesso. Acquistarne un buon assortimento è consigliabile, insieme ad un carica batterie affidabile e sicuro, da poter portare insieme alla tua dotazione.

 

Ora hai tutto quello che ti serve sapere per acquistare il tuo primo drone per il softair. Segui i consigli che ti abbiamo dato, valuta i modelli più affini alle tue necessità e coinvolgi il tuo team. Siamo certi che una volta provata l’esperienza del vero spionaggio tattico, non vorrai più tornare alle solite tipologie di battaglia.

Domina il campo coi droni e conquista la gloria!