Ingranaggi

    0
    26
    banner-softair

    Nelle ASG uno dei componenti più importanti è il gruppo di ingranaggi. Essi hanno la funzione principale di trasformare l’energia elettrica del motore in energia cinetica, così da dare il via al meccanismo di sparo. Devono quindi essere montati a dovere e con cognizione di causa, poiché anche il più piccolo errore può compromettere il funzionamento della replica, nonchè eventuali rotture. Attenzione dunque quando si decide di intervenire per fare manutenzione o per la costumizzazione.

     

    Il funzionamento del gruppo ingranaggi

    Il gruppo di ingranaggi è costituito da 4 elementi che lavorano all’unisono e che devono essere montati precisamente ed in maniera salda:

    • Il Pignone, posizionato sull’ albero del motorino elettrico ed unico dei 4 a possedere una corona singola;
    • Il Conico, che è direttamente collegato al Pignone e trasmette il suo moto al Centrale;
    • Il Centrale invece ha il compito di muovere il Settoriale;
    • Il Settoriale è l’ultimo ingranaggio ed è costituito solitamente da una corona parziale di circa 45 gradi, essa muove il pistone che comprime la molla all’interno del gruppo aria.
    banner-softair

    Ma perché si usano 4 ingranaggi? La risposta è semplice e riguarda la necessità di ridurre il numero di giri che il motore deve compiere per completare un ciclo di sparo. Da qui si hanno le diverse classificazioni che indicano il rapporto delle varie tipologie di ingranaggio.

    Detto in parole povere: con il rapporto 18:1 (rapporto standard montato sulla maggior parte delle repliche) il motore (cioè il pignone) dovrà fare 18 giri per far si che il settoriale ne compia 1 (1 ciclo di sparo). Con il rapporto 13:1 il motore dovrà fare 13 giri per far si che il settoriale ne compia 1, quindi ne risulta una maggior velocità. I rapporti più diffusi sono, in ordine crescente di velocità:

    32:1 – 24:1 – 18:1 – 16:1 – 13:1 – 12:1 – 10:1

     

    Tipologie di ingranaggi e quale scegliere

    I diversi rapporti degli ingranaggi sono strettamente correlati alle prestazioni che si desiderano ottenere dalle repliche. È fondamentale quindi accoppiare ingranaggi, motore, pistone e molla affinchè essi siano compatibili e possano lavorare nel migliore dei modi per raggiungere l’obiettivo che il softgunner si è prefissato. Tendenzialmente gli ingranaggi di dividono in 2 categorie: gli ingranaggi torque fanno poca fatica a partire e a comprimere anche molle dure, ma non sono molto veloci, gli ingranaggi speed, al contrario, necessitano di più forza e più tempo per partire, ma erogano maggior velocità quando sono a regime.

    La scelta dunque va a gusto personale dell’utilizzatore ma deve tenere conto dei parametri sopra citati ed essere compatibile con il resto dei componenti. I prezzi variano dai 20 euro per gli ingranaggi entry level più decenti, fino ai 100 euro per le configurazioni 12 bb/s, le più costose sul mercato. Bisogna però ricordare che è inutile spendere cifre così alte se il resto della componentistica interna all’ ASG è di scarsa qualità, meglio cercare sempre di bilanciare i componenti. Gli esperti consigliano di optare per gli SHS per softgun di livello medio/basso, si tratta di ingranaggi poco costosi ma molto performanti se ben montati.

     

    Manutenzione del gruppo ingranaggi

    Le principali operazioni che si compiono quando si deve fare manutenzione al gruppo ingranaggi sono 2: lo spessoramento e l’ingrassamento. La prima operazione serve per mantenere stabili gli ingranaggi sul proprio asse ed evitare fluttuazioni indesiderate e potenzialmente dannose, si tratta però di una procedura delicata che anche i più esperti hanno difficoltà ad effettuare, la si sconsiglia quindi ai neofiti.

    L’ingrassamento invece è più semplice e consiste nel apporre la giusta quantità di grasso sugli ingranaggi così da assicurarne un funzionamento migliore visto l’ alto numero di giri che ad ogni cicli essi devono compiere. Per la scelta del grasso è possibile trovare prodotti di ottima qualità anche se non provenienti direttamente dalle marche delle ASG. Il grasso al bisolfuro di molibdeno della CFG (che va decentemente anche per il gruppo aria) o il grasso “alte prestazioni” della Arexons sono tra i più usati.

    banner-softair

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here